Se sparisce il Gioco sparisce anche una parte di Pil

gioco azzardo e pil

Bisogna prendere atto che un settore industriale, qualunque esso sia e quindi anche il gioco, è innanzitutto un sistema e non solo una somma di numeri o di risorse che lo riguardano e risulta composto da una serie di dati: dalle attività che ne sostengono altre, dal volume di affari e quindi da risorse erariali, che restano possibili solo se continua ad esistere, ed a camminare di pari passo, la sinergia tra le diverse realtà di segmento del sistema.

Sembrerebbe un discorso “difficile”, complicato da comprendere e che riguarda gli addetti ai lavori della finanza, ma non è così: è un modo per rappresentare lo scenario del gioco pubblico. Il comparto degli apparecchi da intrattenimento realizza la metà dell’utile erariale, fornendo l’indispensabile sostegno economico e produttivo ai restanti prodotti -lotterie e concorsi a pronostico, bingo, scommesse sportive- che non potrebbero singolarmente essere distribuiti se le rispettive realtà imprenditoriali di gestione non avessero “il polmone finanziario” delle apparecchiature di gioco.

Il settore ludico, come ormai molti sanno, frutta al nostro caro Erario circa 11 miliardi l’anno: questo importo è letteralmente sottratto alla rete illegale -o quantomeno al sommerso fiscale- che non aspetta altro che riprendersi “il proprio posto” che, indisturbata, deteneva sino al 2004. Data in cui il Governo italiano ha deciso di rendere legale il gioco “entrando di fatto in concorrenza” con l’illegalità, padrona sino ad allora del settore dei giochi. Gli undici miliardi del gioco, rappresentano in pratica l’1,1% circa del PIL nazionale che l’Ufficio Parlamentare di Bilancio ha messo sotto la lente di ingrandimento in occasione della nota aggiuntiva al Def.

E questo perché? In ballo ci sarebbe una piccola percentuale, uno 0,3%, di crescita del PIL per il 2018, incerta in quanto non illustrata “in termini di strutturale garanzia di raggiungimento”. Per i profani si può spiegare che da questo 0,3% dipendono le “clausole di salvaguardia”, ovvero gli aumenti automatici dell’IVA che scatteranno qualora le stime di maggior crescita del PIL (sempre quello 0,3%) si riveleranno errate.

Da questo 0,3% dipenderà, quindi, il futuro di un Paese che sottoposto ad un aumento di altri 2-4 punti di IVA probabilmente sarebbe di fronte ad una possibile crisi. La persistente presenza dell’1,1% del PIL, ovvero di quell’asset trainante del gioco lecito (gli apparecchi da intrattenimento) che consente al settore di consegnare all’Erario “soli” 11 miliardi di euro dipende dalle Regioni, come dai Sindaci di centinaia di Comuni che hanno ridotto l’orario “di servizio delle slot machine”.

Ora, per risolvere la problematica tra interessi di Stato e la tenuta del bilancio da un lato e la salute pubblica dall’altro, gli Enti Locali ed il Governo hanno trovato un accordo per il riordino del settore ludico: accordo che è stato effettivamente raggiunto con piena soddisfazione degli interpreti ma che, a conti fatti, non farà rimanere accese le apparecchiature da intrattenimento del Piemonte, così come non farà restare aperte le attività di gioco dedicato in Emilia Romagna ed anche in altre aree.

La questione, di conseguenza, non risulta più essere solo industriale, ma assolutamente politica in quanto gli Amministratori locali sono componenti della politica medesima che dovrebbe avere il compito di non far fallire l’Italia e poi anche quello di contribuire a costruire una economia nazionale che possa concretamente evolversi sino a diminuire la dipendenza dei conti pubblici dalle entrate erariali provenienti dal settore del gioco.

Pubblicato il: 20 ottobre 2017 alle 14:55 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino logo
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
titanbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
starcasinò logo
StarCasinò
25€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
eurobet casino logo
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
merkur win casino logo
Merkur-Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000.000
disponibile su mobile
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita
betway casino logo
Betway Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile