Salvaguardia del gioco terrestre: Una barriera contro l’illegalità

salvaguardia gioco legale

Il territorio “di nessuno” visto che non ha né limiti né confini riesce a far preoccupare chi si occupa e regolamenta proprio il gioco online che “abita” in quello spazio e nel quale sopratutto i giovani riescono ad entrare anche dove, forse, non dovrebbero: siti pericolosi, ma accattivanti oppure piattaforme piene di giochi d’azzardo che, con qualche accorgimento, possono essere raggiunti anche da chi non dovrebbe stazionarvi. Giusta di conseguenza la preoccupazione del Regolatore, particolarmente per quello del novello Governo che vorrebbe partire con il piede giusto e cercare di fare qualcosa di positivo proprio per questo segmento del gioco così “difficile da raggiungere normativamente” per non sembrare in realtà proibizionisti ad oltranza.

Ma considerato appunto che il nuovo Esecutivo punta il dito proprio in direzione del gioco online, definendolo senza paura “uno dei più grandi rischi della nostra società”, è altrettanto ovvio che le associazioni di categoria “alzino le antenne” per vedere cosa succederà nel prossimo imminente futuro nel mondo dei giochi e, particolarmente, per quello a distanza che sta prendendo quasi il sopravvento su quello terrestre viste le difficoltà restrittive che quest’ultimo si sta ritrovando sui propri percorsi commerciali. Difficoltà che stanno mettendo indubbiamente a dura prova tutto il reparto delle apparecchiature da intrattenimento “terrestri”. Si è già detto, più di una volta, che il neo-ministro Luigi Di Maio pensa sopratutto di vietare la pubblicità onde “eliminare le tentazioni” ed in proporzione a questo si vogliono considerare le riflessioni su questo intervento esternate da Sts, Sindacato dei Totoricevitori Sportivi.

Innanzi tutto, commentando i primi passi che il nuovo Governo sta ponendo in essere in materia di contrasto al gioco patologico, Sts sottolinea che del panorama ludico online Di Maio appare consapevole nel momento stesso in cui riconosce che esiste una netta differenza tra il gioco online e le slot installate negli esercizi pubblici. Da qui, probabilmente, discende l’affermazione che l’abolizione dell’offerta legale porterebbe indubbiamente il gioco verso la totale illegalità, cosa che a quanto pare il nuovo Governo, nonostante le varie affermazioni pre-elettorali, non ritiene più un idea da perseguire.

Il “passaggio di testimone”, quindi, dal gioco lecito a quello illegale si può evitare soltanto con la salvaguardia del gioco terrestre dove un ricevitore “vero e presente” può assistere e seguire il giocatore nelle sue operazioni, favorendo così un approccio più moderato e consapevole al gioco. E questo lascia intravedere la possibilità di una evoluzione costruttiva relativamente ad un dialogo tra tutte le parti interessate al mondo del gioco: dialogo che possa far arrivare ad una regolamentazione ragionata ed equilibrata di un comparto economico risultato, alla fine, fondamentale per il nostro Paese.

Che poi il novello Governo sia arrivato a questa determinazione “così in fretta” e dopo pochissimo tempo dalla sua installazione, non può far che ben presagire considerando “i pensieri e le parole” espressi da questa parte dello schieramento politico Giallo-Verde in tempi sufficientemente recenti: cioè la sparizione definitiva dal territorio nazionale di tutte le attività di gioco. Od almeno queste sembravano le intenzioni. Se ora poi, avendo in mano l’avvenire italico “i pensieri e le parole” sono mutati, ben venga con un grande respiro di sollievo da parte di tutta la filiera del gioco legale aams, nessuno escluso od eccettuato. Ovviamente, ci si aspetta una regolamentazione “magari esemplare” ed interventi forse anche più duri di quelli che sono stati effettuati nella vecchia Legislatura, ma la sensazione che qualcosa di nuovo possa in effetti accadere, obbiettivamente esiste.

Si è sempre detto, da più parti, che la presenza del gioco d’azzardo pubblico con i suoi concessionari e gestori servano in ogni caso quale deterrente per far sì che il gioco illecito si faccia da parte e non prenda il sopravvento. Questo, però, è successo in taluni territori laddove le Leggi Regionali hanno espulso le attività legali, coperte da concessione statale, e costrette od a chiudere e licenziare i propri dipendenti, oppure a spostarsi in altri territori lasciando dietro di sé gli investimenti effettuati negli ultimi anni. Investimenti costati, inutile sottolinearlo, grossi sacrifici per gli operatori di questo business che risulta, ancora oggi, poco accettato dall’opinione pubblica, od almeno da una parte di essa. Ma il fatto stesso che una parte del Governo Giallo-Verde abbia fatto un piccolo passo indietro rispettivamente alla “totale avversione” nei confronti del gioco manifestata “da sempre” in modo pubblico, lascia in ogni caso ben sperare: saranno contenti di ciò le imprese di gioco, gli operatori e qualsiasi addetto ai lavori. Si deve solo aspettare che quanto annunciato venga messo veramente in pratica… e vedere cosa succederà.

Pubblicato il: 7 luglio 2018 alle 16:00 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita