Piemonte: La spesa dei cittadini per il gioco è in aumento

spesa cittadini piemonte gioco in aumento

Chi non ha letto qualcosa sulle varie Leggi sul Gioco che vengono applicate regionalmente e che determinano la “vita commerciale” delle attività ludiche applicando i distanziometri, le fasce orarie di funzionamento degli apparecchi di gioco e le aperture delle sale? Chi non ha sentito parlare di alcune Regioni che si sono “ribellate” all’accordo sul riordino dei giochi, uscito dopo tanti mesi di trattative dalla Conferenza Unificata, ed hanno applicato sui propri territori Leggi “diverse” da quella che avrebbe dovuto essere “nazionale”, mettendo praticamente in ginocchio gran parte delle imprese di gioco ed i propri addetti ai lavori?

Pochi senz’altro. E non solo, nonostante le varie richieste da parte delle associazioni di categoria, una regione in particolare, il Piemonte, ha proseguito nel suo percorso predefinito, continuando nella “strage commerciale” delle attività di gioco d’azzardo mettendole al bando e non consentendo loro di continuare a lavorare nonostante fossero in possesso della concessione rilasciata dallo Stato, profumatamente pagata ed alla quale erano “aggrappati” i programmi relativi al futuro di coloro che in questo business hanno continuato a credere.

Il Piemonte, quindi, e la sua economia, viene guardato “a vista”, così come lo sviluppo dei risultati conseguenti a questa Legge capestro sul Gioco che, sembra, non stia sortendo assolutamente gli effetti desiderati dai propri amministratori regionali. Probabilmente, ora si stanno rendendo conto che, contrariamente alle attese, la spesa effettuata dai cittadini di quel territorio per il gioco è aumentata e “ci piace” anche spiegare il “perché ed il per come”: ciò per dare motivo ed aggancio agli operatori, che continuano a voler restare in quella regione, di nutrire qualche speranza che questa Legge venga modificata, ridotta, cambiata a favore degli interessi dei giochi.

“Ci piace”, quindi, riferire i fatti: i flussi di gioco lecito complessivamente in Piemonte evidenziano un lievissimo calo di circa il 4% tra l’ultimo quadrimestre del 2017 ed il primo quadrimestre del 2018 dovuto, inevitabilmente, alla cospicua diminuzione del potenziale uso delle Awp che non possono essere operative in bar e tabacchi rapportato al corposo aumento di altri giochi verso i quali i giocatori si sono indirizzati: Gratta e Vinci 8 (+11,8%), Vlt (+8,94%), Lotto e 10eLotto (+10,5%), gioco online (+22% su base nazionale). Dati questi da ritenersi assolutamente ufficiali e forniti dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli relativamente alla raccolta di gioco in Piemonte.

Ma bisogna anche precisare che questa lieve flessione dovrebbe essere valutata con una prudenza estrema in quanto non sembra idonea a confermare un calo della spesa effettiva sostenuta dai giocatori piemontesi per il gioco: ciò alla luce di alcune evidenze che forse non si erano mai considerate “importanti” e che ora invece devono essere “guardate” con estrema attenzione. Per prima cosa, si deve considerare che i giocatori piemontesi hanno deciso quasi di “smistare” il loro gioco, gestendolo verso quello “frontaliero”: ovvero quella spesa che ora viene “praticata” nelle Regioni limitrofe quali la Lombardia, Emilia Romagna e Liguria) e di cui si sono occupati gli organi di informazione sin dallo scorso mese di dicembre, cioè circa un mese dopo l’applicazione della Legge sul Gioco.

E, poi, bisogna considerare il fatto che i giocatori piemontesi, impossibilitati ad “usare il proprio gioco pubblico locale” si sono rivolti al gioco illegale, più volte segnalato dagli operatori come “alternativa” proposta dagli stessi esercizi pubblici piemontesi, dopo la cospicua riduzione delle famigerate macchinette nei bar e nei tabacchi. Questo nuovo “fenomeno” è stato attenzionato da parte delle Forze dell’Ordine a livello di accertamento tributario, per mancati introiti subiti dall’Erario a causa di alcuni apparecchi illeciti, e non omologati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: le agenzie di stampa hanno parlato di un’evasione accertata dalla Guardia di Finanza pari a 780mila euro, realizzata soltanto da un bar di Torino in cui risultavano ospitate ben sei apparecchiature da intrattenimento illecite.

Coerentemente, bisogna anche rilevare che un singolo caso non può essere sufficiente per generale una sorta di stima regionale del gioco illegale, né tanto meno che questo si sia installato in Piemonte solo e soltanto dopo il 20 novembre 2017 (data di messa in campo della famosa Legge sul Gioco). Ma rimane pur sempre un dato oggettivo che va analizzato, come si diceva qualche riga più sopra, con una attenzione particolarmente attenta: sembrerebbe che gli apparecchi illegali abbiano registrato un giocato quadruplo di quello degli apparecchi leciti dimostrando, qualora vi fosse qualche dubbio, quanto il gioco illegale possa rappresentare una offerta alternativa al gioco lecito. E come questo risulti indubbiamente a portata di mano dei giocatori piemontesi che sanno perfettamente dove andare a “rintracciarlo”, come sanno perfettamente che questo “comparto del gioco” è altamente più aggressivo e pericoloso di quello degli apparecchi omologati.

A conclusione di queste riflessioni e considerazioni, ed in virtù anche delle evidenze portate alla luce dalla Guardia di Finanza sul gioco illegale, non si può certamente ipotizzare che i giocatori piemontesi abbiano speso di meno al gioco dopo l’espulsione delle apparecchiature da intrattenimento legali, previste dalla ormai arcinota Legge sul Gioco piemontese: considerarlo realistico sembrerebbe veramente un’utopia non sostenuta da dati ufficiali, anzi fortemente messa in dubbio tenuto presente il “piccolo particolare” dello smistamento del gioco lecito verso quello illegale.

Pubblicato il: 5 giugno 2018 alle 13:14 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita