Nuovo Governo in alto mare: Il gioco deve attendere

nuovo governo riforme al gioco

Probabilmente ci si aspettava dal “vecchio” Governo dimissionario, ma ancora in grado di “lavorare”, che si provvedesse almeno all’emanazione del provvedimento attuativo relativo a decisioni prese dalla sua Legislatura. Ma, oggi, evidentemente l’attenzione viene polarizzata dall’interrogazione su quali saranno i futuribili scenari politici e come si potrà fare per trovare degli equilibri che potrebbero portare alla costituzione di un nuovo Governo, visto e considerato che sono passati quasi sessanta giorni dalle elezioni di marzo! Altro che pensare ai giochi!

Purtroppo, l’uscente Esecutivo si guarda bene dal prendere qualsiasi decisione rispetto al mercato del gioco pubblico: quindi, in questo impasse generalizzato ci si trova in uno stallo totale in cui “l’unica cosa certa è l’incertezza” e sembra che a nessuno interessi la fine di molte imprese che si trovano ingarbugliate nelle norme di carattere locale che per raggiungere gli obbiettivi di tutela dei cittadini e della salute pubblica, finiscono col dilaniare piccole e grandi aziende. Peraltro, senza raggiungere alcun beneficio per la comunità.

Anzi, forse tutti questi sforzi per tutelare i territori ed i cittadini finiscono per compromettere il sociale, creando nuova disoccupazione ed altro disagio: e questo nel silenzio più assordante di Palazzo Chigi (o di quel che ancora rimane) e nel chiacchiericcio del Parlamento dove, in entrambe le Camere, si stanno sovrapponendo una serie quasi infinita di proposte di legge che chiedono gli interventi più svariati sui giochi. Tutti i “vecchi politici” tornano a chiedere una legge sul gioco patologico e tirano di nuovo fuori vecchie proposte che richiamano l’attenzione sul fantomatico riordino.

Il silenzio di Palazzo Chigi, probabilmente, racchiude il significato che lo Stato Italiano voglia rinunciare a questo settore, posto che lo sgretolamento del comparto industriale del gioco, avviato negli ultimi anni, non fosse “causale”, ma artisticamente “pilotato” sia pur in modo indiretto per una precisa volontà politica: appunto quella di far sparire il settore ludico dall’intero italico territorio. Ma questo, poi, in effetti si va a scontrare con l’approvazione del nuovo Def che ancora promette, nello sbigottimento generale, nuove entrate dai giochi d’azzardo legali per il prossimo triennio.

Certamente quest’ultimo argomento dovrebbe convincere l’Unione Europea della bontà dei conti pubblici del nostro Paese: ma senza spiegare, però, che in assenza delle riforme annunciate più volte ma mai portate a termine, non si potranno certamente svolgere le gare con il conseguente rilascio di nuove concessioni e non si potranno neppure generare le entrate pronosticate ed annunciate nel Def. Anzi, si potrebbe già stimare la diminuzione delle entrate che si concretizzerebbero in questo periodo: diminuzione dovuta alla riduzione delle slot sul territorio per una percentuale di quasi il 35% del parco macchine a livello generale.

E non solo diminuzione delle entrate, da far risalire alle norme di carattere locale che stanno vietando le installazioni di apparecchi di gioco nei comuni e nelle Regioni, ma anche imponendo lo spostamento delle attività ludiche commerciali fuori dai centri storici. Questi aspetti italici, forse, sfuggono agli occhi dell’Europa: oppure fuori dai confini nazionali ci si aspetta che il nostro Paese riesca a gestire questa situazione e riportarla alla normalità, riordinando il settore ludico. Ma chi conosce il “nostro gioco” sa che l’unico piano che si è sviluppato è quello “miseramente fallito” del riordino dei giochi, uscito dalla Conferenza Unificata, che sembra ormai disconosciuto e dimenticato in uno scenario sempre più difficile da riordinare.

Pubblicato il: 15 maggio 2018 alle 12:45 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita