Il riordino del gioco dovrebbe seguire le linee guida europee

riforma del gioco

Ancor prima di pensare di riformare il mondo del gioco d’azzardo “partendo da zero”, magari, bisognerebbe dare uno sguardo attento alle intenzioni della vecchia Conferenza Unificata che qualche base per un certo riordino dei giochi, indubbiamente, aveva tentato di mettere in campo, anche se tutte le sue previsioni ed i suoi intendimenti sono naufragati in un “nulla di fatto” generale perché il famoso accordo non ha avuto seguito con un decreto attuativo. Si è salvata soltanto la riduzione degli apparecchi da intrattenimento, oltre tutto in misura cospicua: riduzione che sta facendo ancora discutere e non poco, ma che è stata portata avanti con i tempi ed i modi concordati e sottoscritti dai protagonisti dell’intesa sul riordino dei giochi. Peccato, però, che gli altri termini dell’accordo siano stati quasi disconosciuti dalle Regioni che hanno così continuato nei loro percorsi di espulsione del gioco dai territori, assolutamente in netto contrasto con quanto contenuto nell’intesa che voleva preservare gli investimenti messi in campo dagli operatori del gioco pubblico.

Ciò che è “uscito” dalla Conferenza Unificata, senza ombra di dubbio, è questo “ulteriore potere” in capo agli Enti istituzionali decentrati che così possono fare “il buono ed il cattivo tempo” nei confronti delle attività dei giochi, in forza di questo “potere aumentato” acquisito dall’intesa dello scorso mese di settembre 2017. Ma, probabilmente, il novello Esecutivo si è trovato con un settore ludico “sotto-sopra e pure in guerra” e prendersene carico e riordinarlo non sarà un’impresa facile: quello che si dovrebbe apprezzare, invece, è che si è riusciti a far uscire dall’illegalità tante imprese di gioco border line, convogliandole nell’offerta ufficiale di Stato, anche se in quantità non si è raggiunto quel numero che l’allora sottosegretario Baretta aveva in mente. In quel tempo, si era riusciti a mettere i bastoni tra le ruote delle varie società off-shore e non autorizzate, ma evidentemente in maniera non abbastanza forte posto che dai report relativi al mercato online risulta che l’offerta illecita è ad oggi ancora enorme.

Al momento, lo “stato” del gioco pubblico è passato da un fenomeno dilagante e quasi senza controllo, “permesso” (ed incentivato) dallo Stato centrale, ad una forma di proibizionismo imposto dalle Leggi regionali sul Gioco che lo sta espellendo dai vari territori in modo “quasi autorizzato” dallo stesso Stato centrale che lo consente! Ma una “sana, ponderata ed equilibrata” via di mezzo l’italico Legislatore non riesce proprio a studiarla? E neppure a prenderla in considerazione visto che si è direttamente passati ad un Decreto Dignità assolutamente “divietistico”?

Pensare che basterebbe guardarsi attorno per vedere cosa stanno facendo gli altri Paesi dove il gioco, indubbiamente, è altrettanto diffuso come sul nostro territorio e dove indubbiamente si sono affrontate esigenze identiche alle nostre in termini di tutela dei cittadini-giocatori. E prendere esempio dalla Gran Bretagna e dalla Spagna, Paesi in cui il gioco d’azzardo è vissuto e regolamentato in modo quasi perfetto, non sarebbe affatto disdicevole persino per un novello Governo che per il gioco pensa di avere la “risposta (proibizionista) pronta a tutte le problematiche”. I criteri qualitativi specifici imposti agli operatori di quei Paesi, ed i controlli puntuali con sanzioni assolutamente ferree, hanno reso efficace ed efficiente l’intero sistema ludico: perché quindi non “imparare” qualcosa anche da queste realtà che in fondo non sono così lontane dalla nostra?

Visto e considerato che nel nostro Paese si sono individuati alcuni “aspetti dannosi” del mondo dei giochi perché non valutare, ma attentamente questa volta, ciò che serve od occorre migliorare proponendo una regolamentazione con norme non solo responsabili, ma anche attuabili e sostenibili? Se non si rientrerà in questo percorso, che la vecchia Legislatura ha abbandonato anche per l’arrivo della sua scadenza, non si “caverà un ragno dal buco”: si continuerà ad avere un settore con tantissime zone d’ombra che si prestano ad interpretazioni “alternative”, a sperequazioni tra comparti, a tassazioni solo su alcuni segmenti del gioco legale AAMS, ed a considerare il gioco pubblico non nel “suo complesso” (e, quindi, non solo considerando le apparecchiature da intrattenimento, quando si prendono provvedimenti legislativi), ma solo una parte di esso che viene continuamente, perennemente, corposamente tartassato e preso di mira.

Altri Paesi, non vi è dubbio, che vivano il gioco in modo diverso, più equilibrato e forse meno compulsivo: dove lo stesso gioco fa parte “normale” della vita “normale e quotidiana” dei cittadini: viene vissuto, di conseguenza, come divertimento ed intrattenimento e senza tutte quelle derive che, invece, fanno parte del nostro italico gioco pubblico. O forse meglio: anche in altre realtà senz’altro il gioco compulsivo sarà presente, ma viene gestito in modo “meno catastrofico” e meno “demonizzante” del povero gioco pubblico italiano che all’estero viene additato, anche per la sua regolamentazione, come esempio da seguire, mentre in Italia viene discriminato. “Nessun profeta lo è in Patria” sembra dire un vecchio adagio… che “ci piace” ogni tanto rispolverare perché, forse, dal passato si possa prendere forza ed esperienza per un “radioso futuro” (per tutti ed anche) per il gioco pubblico!

Pubblicato il: 23 luglio 2018 alle 14:06 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita