Il gioco trema di fronte al nuovo Governo italiano

gioco e nuovo governo

Se si fosse nella testa di un qualsiasi operatore del gioco pubblico, senza ombra di dubbio, si penserebbe da un lato che finalmente è arrivato un nuovo Governo (e quindi le problematiche del gioco, come ristrutturazione e riordino, andranno ad essere risolte) e dall’altro ci riporterebbe alla mente quante tassazioni e balzelli la “vecchia” Legislatura, così come quelle precedenti, aveva importo al mondo dei giochi per sanare i vari bilanci statali che ogni anno, immancabilmente, hanno necessità di avere “coperture”: e dove prenderle se non nei giochi? Ambiente effimero e “pieno” di danaro al quale ci si può rivolgere sempre e che non può dire “no” a quello Stato che lo ha creato, distribuito e fatto anche diventare, purtroppo, il fenomeno di oggi.

Questi potrebbero essere i pensieri degli addetti ai lavori del gioco e delle sue imprese che hanno già messo in conto il medesimo percorso che già ha fatto spesso parte della sua vita commerciale e rappresenta “un’appendice, discendente dalla concessione rilasciata per i giochi”. D’altra parte, essere una riserva di Stato è “piaciuto” a tutti coloro che hanno investito in questo benedetto settore ludico, pensando erroneamente che sarebbero stati “coperti” nelle loro attività appunto dallo Stato, da qualunque colore esso fosse composto. Mai errore si è dimostrato più marchiano, ma tant’è!

Appena in carica, il nuovo Governo dovrà affrontare le prime questioni urgenti. La prossima manovra di bilancio, per esempio, quella che fa tremare i polsi a tutti, compresi coloro che si occupano di gioco, e nell’attesa di conoscere la propria sorte, visto e considerato che i due schieramenti politici sono entrambi “assolutamente non propensi” ai giochi. Quindi, quale sarà il futuro del settore ludico? Se si parte dai contenuti del “contratto di Governo” del nuovo Esecutivo quale sarà l’ordine di priorità che verrà individuato per affrontare tutti gli interventi urgenti?

I problemi che la squadra giallo-verde di Governo è chiamata ad arginare sono molteplici: a partire da quello delle coperture in vista della Legge di Bilancio attesa per metà ottobre. Questo sarà indubbiamente un importante “banco di prova” per il Premier Conte che affronterà l’approccio dell’Esecutivo in materia economica e magari anche rispetto al settore del gioco d’azzardo legale pubblico. E quando si parla di coperture e di gioco pubblico, qual’è quell’addetto ai lavori del gioco che non trema? Tra clausole IVA da disattivare, e quindi la conseguente ricerca di un totale di 12,4 miliardi di euro circa, spese indifferibili da finanziare (altri 4 miliardi circa) e la famigerata correzione del deficit che comporta la ricerca di altri 10 miliardi, la prossima manovra parte indiscutibilmente da una base di circa 25 miliardi. E questo “piccolo importo” rischierebbe di arrivare sino a 40 miliardi se si decidesse di (almeno) cominciare ad onorare alcune delle innumerevoli promesse elettorali, confermate nel Contratto del nuovo Governo del cambiamento.

Ma è logicamente pensabile di rinunciare davvero alle entrate provenienti dai giochi? Sopratutto in vista dello spauracchio maggiore, per tutti, che attiene l’aumento dell’IVA? Passerebbe dal 10% al 12% e dal 22% al 24%: con un’ipotesi alternativa che si possa aumentare l’aliquota ordinaria di un punto aprendo lo spazio, di circa 4 miliardi, per finanziare il “primo modulo” della flat tax. Al di là di ogni parere dell’Europa ci si potrebbe confrontare con Bruxelles affinché applichi una maggiore flessibilità in prima battuta, oppure “spingere il deficit” ancora oltre “l’asticella del 2%” ed anche su questo l’Europa non pare affatto d’accordo.

Ma qualunque sia il pensiero del nuovo Governo, dovrà essere supportato da coperture più che solide, a prova sopratutto dei mercati e dei pareri delle agenzie di rating: giudizio dal quale dipende l’italica capacità di finanziare il debito come è stato evidenziato, purtroppo, dall’impennata dello spred avvenuta nelle ore recenti. Tutte queste “problematiche” da attaccare e risolvere, forse, fanno pensare quanto sia difficile che il Governo Conte possa mettersi all’opera per far sparire il gioco pubblico e, quindi, quest’ultimo dovrebbe avere ancora respiro per un po’, anche se indubbiamente in questa situazione “non è un bel respirare”…

Ciò che potrebbe essere più concreto è l’introduzione di misure sui giochi all’interno magari di una riforma fiscale vista in modo più ampio. E poi il nuovo Esecutivo, anche per dimostrare un po’ di coerenza con quanto promesso in campagna elettorale potrebbe proporre un divieto totale della pubblicità del gioco: cosa che, peraltro, non farebbe altro che confermare “l’avversione al gioco” da parte dei due schieramenti del Governo. Basterebbe guardare i primi passi del Parlamento dove le due Camere sono protagoniste di diverse proposte e disegni di legge che vanno nella direzione anticipata poc’anzi: e ciò quando ancora non erano state neppure costituite le varie Commissioni, ma in aperto disaccordo con quanto indicato dalla Commissione Europea e, sopratutto, in totale disaccordo relativamente ai diritti di impresa sanciti dalla nostra Costituzione e più volte citati da chi scrive, per chi ancora ci legge.

Pubblicato il: 21 giugno 2018 alle 11:48 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita