Il decreto dignità spinge gli animi contro il gioco d’azzardo

decreto dignita

Quanto anticipato dal nostro Ministro dello Sviluppo Economico e Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Luigi Di Maio a mezzo del varo del “Decreto Dignità”, sta indubbiamente “smuovendo” gli animi e le masse nei confronti del gioco d’azzardo. L’obbiettivo di questo decreto, come si dovrebbe sapere, è quello di “ristabilire” i diritti sociali dei cittadini e tra i provvedimenti previsti ci si trova (nel Decreto Dignità) lo stop alla pubblicità del gioco: cosa che viene presa coscienziosamente in considerazione nel suo fine dal Consigliere della Basilicata, ovviamente dello schieramento del M5S, che in virtù del cosiddetto decreto richiede ai Questori di Potenza e di Matera di far verificare il rispetto della Legge sul gioco problematico di quella Regione.

Certamente, questa iniziativa del Consigliere della Basilicata non viene sottoposta “a cuor leggero”, ma per la presa di coscienza della gravità del fenomeno del disturbo da gioco d’azzardo che anche su quel territorio sta “mietendo tante vittime”: ed essendo in essere una Legge Regionale che vuole tutelare i cittadini relativamente alle derive appunto dell’abuso del gioco, bisogna fortissimamente che tale legge venga fatta rispettare da chi ne ha il compito ed il diritto in modo da arginare, e possibilmente prevenire, i suoi effetti disastrosi. E qui si espongono cifre nude e crude che si riferiscono alla Basilicata: solo nell’anno 2016 è stata testimone di una spesa di oltre 750 milioni di euro “bruciata nel gioco d’azzardo”.

É proprio a causa di questi dati, messi a disposizione dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, che è stata promossa un’iniziativa “No slot – La vita è una: non giocartela” che era indirizzata particolarmente alle istituzioni lucane per far riflettere sui contenuti della Legge Regionale del 2014 e che atteneva il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo problematico. Non essendo ritenuto sufficiente tutto questo, è seguita una missiva come detto ai questori di Potenza e di Matera per sottolineare la gravità assunta dal disturbo da gioco d’azzardo, informando i destinatari che dopo la legge del 2014 e la successiva modifica del 2017 sono stati introdotti alcuni efficaci strumenti di prevenzione e di contrasto alla diffusione invasiva delle apparecchiature da intrattenimento.

Tra questi “strumenti” si deve rilevare la presenza del distanziometro inserito ai comma 2 e 3 dell’art.6 della Legge Regionale del 2014: in aggiunta si deve sempre sottolineare che in virtù della già nominata legge del 2014 le slot machine possono essere autorizzate solo se collocate in un raggio superiore ai 500 metri misurati per la distanza pedonale più breve, oppure da istituti scolastici di qualsiasi grado, da luoghi di culto, oratori, impianti sportivi e centri giovanili e centri sociali oppure istituti frequentati dalla parte più giovane della nostra attuale società. Questa missiva, e di conseguenza il suo contenuto, è stata ritenuta indispensabile in quanto la norma di cui si è parlato non sembra aver trovato una “completa applicazione” da parte dei Comuni: infatti, sembrerebbe che ad oggi siano veramente poche le amministrazioni lucane che mettano in pratica la norma in modo integrale.

Si è assolutamente certi che tutte le prese di coscienza che seguiranno all’annuncio del Decreto Dignità saranno estrinsecate con l’intenzione di eliminare le derive e le dipendenze relative all’abuso del gioco. E ci si sente anche particolarmente sereni nell’accettare queste iniziative perché in realtà non dovrebbero esistere persone che riescono a farsi coinvolgere dalla parte negativa del gioco e non dal puro divertimento con il solo miraggio di “risolvere con una vincita la propria vita” della quale non sono soddisfatti. Con il novello Governo si vorrebbe anche “attuare un nuovo modo di pensare”, cioè che tutti i vari interventi che potranno essere messi in campo non vengano perpetrati ai danni del mondo del gioco d’azzardo pubblico, ma esclusivamente per far uscire “un tipo nuovo di gioco”: quello che intrattiene e diverte e non quello che “procura danni e derive”.

Si vuole, quindi, essere positivi anche se parlare di positività e di “radioso futuro” rimane difficile dopo tutti gli ostacoli che la vecchia Legislatura, con la sua latitanza, ha consentito di costruire sul percorso commerciale di tutte le attività ludiche. E si è speranzosi che se verrà messo in atto un qualsiasi percorso per regolamentare meglio il mondo dei giochi verrà fatto con l’unico intento di rendere il settore sostenibile e compatibile con la società che lo circonda: buona parte della quale con il gioco si diverte, gioca e passa ore in tranquillità con i propri giochi preferiti. Ma sarà proprio questo l’intendimento del novello Governo od è solo la speranza di chi scrive?

Pubblicato il: 6 luglio 2018 alle 16:06 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita