Guardia di Finanza: Proteggere i minori dal gioco d’azzardo

guardia di finanza gioco minori

Evidentemente, anche se le istituzioni almeno in Italia, fanno in modo di far sembrare il contrario, la tutela dei giocatori sta a cuore a tutti i Regolatori: tutti vorrebbero un gioco che rispetti gli interessi di ognuno ed è anche per questo che la britannica Gambling Commission ha sanzionato l’operatore di gioco online 32Red con una multa di due milioni di sterline per non aver saputo proteggere un giocatore dai danni legati al gioco d’azzardo in merito alle misure che avrebbero dovuto essere adottate per il riciclaggio di danaro. Si continua a sottolineare che anche nel nostro Paese si cerca di applicare tutte le strategie possibili, così come anche consigliato dall’Antimafia, per il controllo del danaro che circola nel mondo del gioco, particolarmente è ovvio in quello online, ma evidentemente anche negli altri Stati questo è un argomento sensibile che sollecita l’attenzione di tutti i Regolatori.

L’indagine della Gambling Commission si è concentrata sui rapporti che la piattaforma 32Red intratteneva con un cliente al quale, tra novembre 2015 ed aprile 2017, ha permesso di depositare 758mila sterline sul conto di gioco senza svolgere i controlli sulla responsabilità sociale o sul riciclaggio di danaro. É una grave mancanza questa e non vi è alcun dubbio: proprio in quel periodo vi sono stati almeno una ventina di “incidenti” che hanno apertamente indicato che quel cliente di 32Red fosse un giocatore problematico. Ma, invece che intervenire e controllare se questi avesse necessità di essere aiutato, la piattaforma gli ha dato dei bonus gratuiti! Oltre tutto, le indagini che ha svolto la Commissione venivano supportate dalle indicazioni e dalle ammissioni del personale di 32Red che confermavano che il cliente aveva speso troppo, mostrando “frustrazione e continuando ad inseguire le perdite” nonché dal fatto che la piattaforma non ha verificato assolutamente che lo stesso cliente potesse permettersi la spesa sostenuta sul sito.

É evidente, quindi, che la Commissione ha ravvisato nel comportamento di 32Red un atteggiamento non consono ad un “operatore serio” che, invece di controllare e verificare il benessere del proprio cliente che mostra evidentemente dei comportanti problematici nei confronti del gioco, lo ha incentivato ed incoraggiato a giocare di più. Il che è l’esatto contrario di quello che si dovrebbe fare: proteggere i consumatori dai danni legati al disturbo del gioco d’azzardo è una priorità per tutti. Per la Gambling Commission, di conseguenza, sopratutto per tutti gli operatori che non rispettano la loro responsabilità nel mantenere i propri clienti al sicuro, ne è discesa la messa in atto della salata multa per 32Red.

Ma anche nel nostro Paese, come detto nelle prime righe, si “sente” la necessità di prevenire il gioco problematico e sopratutto di tutelare la parte più giovane della nostra attuale società. Ed anche per questo motivo scende in campo la Guardia di Finanza, nel caso che si tratta il distaccamento di Nocera Inferiore, che ha trovato all’interno di una sala giochi di Sant’Egidio del Monte Albino un minore che aveva appena effettuato una scommessa su eventi calcistici: ovviamente, il responsabile della sala è stato segnalato all’Amministrazione Finanziaria ai fini della sanzione amministrativa, conseguente alla violazione del “decreto Balduzzi” che, ovviamente, vieta l’effettuazione di scommesse ai minori.

Ma naturalmente, vi è di più. La stessa Guardia di Finanza ha pubblicato il bilancio generale degli ultimi 18 mesi: oltre seimila controlli eseguiti soltanto sulle attività di gioco, il che va a significare che è un settore super controllato e super attenzionato in modo che non si “sfoci nell’illegalità”. Particolarmente, si sottolinea dalla Guardia di Finanza, il nucleo di Polizia economico-finanziaria di Bergamo ha scoperto l’esistenza di una organizzazione occulta di un bookmaker estero che è riuscito ad effettuare abusivamente in Italia la raccolta fisica di scommesse tramite più di tremila punti di raccolta o centri di trasmissione dati: danno per la sottrazione alla tassazione, ai fini dell’importa unica sulle scommesse, circa oltre 948 milioni di euro! E questo per quanto attiene l’Italia settentrionale.

Mentre per quanto riguarda il sud Italia, e particolarmente in provincia di Crotone, si è accertato sempre dalla stessa Guardia di Finanza, che “una cosca di n‘drangheta aveva acquisito una posizione dominante nella raccolta delle scommesse”: sia a distanza che su rete fissa, ed anche per il noleggio degli apparecchi per il gioco online. Questa attività ha portato ad un provvedimento di fermo nei confronti di dieci soggetti ed a sequestri per un valore complessivo di circa 13 milioni di euro, nonché alla richiesta alle Autorità Maltesi di sottoporre a sequestro una società di gaming. Le indagini proseguono ulteriormente per arrivare ad altre diramazioni criminose.

Pubblicato il: 6 luglio 2018 alle 16:37 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita