Gioco: Il Decreto Dignità avrà un’effetto domino

decreto dignita effetto domino

Era nella mente del nostro vice premier penta-stellato Luigi Di Maio: desiderava che l’esempio del divieto alla pubblicità ai giochi ed alle scommesse venisse seguito da altri Stati… e così sembrerebbe essere accaduto. Infatti, una associazione che riunisce i principali concessionari di Spagna, Cejuego, è in fibrillazione e comincia a rispondere al proprio Governo relativamente ad una ipotesi di attuazione, anche su quel territorio spagnolo, del divieto di pubblicità al gioco. Per ora è soltanto una ipotesi, un sondaggio ma qualcosa si sta muovendo in ambito spagnolo e Cejuego non può che essere preoccupata a nome dei propri assistiti per l’approvazione di una “regolamentazione della pubblicità del gioco d’azzardo online e delle scommesse a livello statale simile a quella dei prodotti del tabacco” per i quali è vietato qualsiasi tipo di promozione sin dal 2005.

Quindi, il divieto di pubblicità al gioco è argomento centrale della preoccupazione dei concessionari anche in Spagna: concessionari che prendono posizione su questo tema dopo la firma del patto di bilancio tra il Governo ed Unidos Podemos, l’unione delle forze populiste di sinistra, interessata a tale provvedimento proibizionista. Contro questa ipotesi si muove l’associazione Consejo Empresarial del Juego che, come detto, racchiude i principali concessionari di gioco spagnoli tra cui alcuni nomi come Cirsa, Codere e Novomatic molto noti anche nel nostro Paese ed associazione che ha intenzione di elaborare una strategia di comunicazione per migliorare l’immagine nei confronti dell’opinione pubblica del settore ludico spagnolo.

Ovviamente, come in Italia, si difende il gioco quale intrattenimento per il tempo libero, cosa che risale anche in Spagna a 40anni or sono momento in cui ha fatto capolino il settore del gioco privato che fa parte anche dell’intrattenimento spagnolo: infatti, ormai intere generazioni hanno partecipato a questa forma di divertimento. Il 75% della popolazione afferma di giocare ed il 96,5% lo vive con serenità, senza essere coinvolto in derive pericolose nelle quali, purtroppo, è caduta la percentuale dello 0,3% incorrendo nel gioco problematico: questo è un dato ufficiale reso pubblico dalla Direzione Generale per il regolamento del gioco d’azzardo. Anche in Spagna il settore del gioco genera ricchezza ed è un settore che fornisce un contributo importante per il Paese sia a livello economico che sociale, contribuendo alla generazione del 2,3% del prodotto interno lordo e genera oltre 120mila posti di lavoro tra diretti ed indiretti: contribuisce con circa 1.200 milioni di euro annui al “ristoro” delle casse pubbliche e si può certamente dire che è un risultato economico notevole per la Spagna quale Paese.

Bisogna anche segnalare che il settore dei giochi è regolamentato in modo più che severo ed ha un alto livello di autoregolamentazione e può considerarsi un riferimento a livello europeo proponendo un’offerta del prodotto di intrattenimento legale e legittima. É ovvio che anche in Spagna si desidera esista un regolamento per quanto concerne la pubblicità del gioco d’azzardo e delle scommesse che imponga ed incorpori limiti ancorché trasparenti e che siano, però, uguali per tutti gli attori dei rispettivi comparti e segmenti del gioco, siano pubblici oppure privati. Importante riferire che la Spagna è uno dei Paesi con l’indice più basso di problematiche relative al gioco ed ai migliori casino online, si parla dello 0,3% e questo lascia desumere che il settore ludico sia assolutamente sensibile e responsabile.

In ogni caso, il settore dei giochi è particolarmente sensibile “all’abuso della sua attività” e collabora con le istituzioni in modo stabile in modo che la percentuale di incidenza negativa sia addirittura in regresso anche se, come detto più sopra, la percentuale dello 0,3% è pur una percentuale che si “può tenere d’occhio”. Per il controllo delle derive che ne discendono come in altri Paesi dalla carenza di responsabilità nell’affrontare il gioco d’azzardo, il settore ludico nell’ambito della sua politica di responsabilità sociale sviluppa azioni di informazione, prevenzione, sensibilizzazione e di intervento e cura dei possibili effetti indesiderati derivanti dall’attività dei giochi d’azzardo e l’attenzione in questo ambito è altissima e nel “cuore” di tutti gli operatori e delle imprese di gioco.

L’associazione Consejo Enpresarial del Juego da anni offre la propria collaborazione alle Autorità, particolarmente prestando attenzione ai minori ed alla protezione dei consumatori in generale. Ma per quanto riguarda i minori naturalmente viene prestato un occhio di riguardo: infatti, sia nel gioco online che nel gioco terrestre la loro partecipazione è vietata ed in entrambi i casi tutti gli sforzi, sia delle istituzioni che degli operatori, sono orientati verso questo obbiettivo. Non bisogna scordarsi che il settore del gioco è un esponente della libertà individuale e che ha sempre cercato di uniformarsi alle misure richieste dalle Autorità di regolamentazione ed ha lavorato tantissimo applicando nuove tecnologie per offrire la massima efficienza e la miglior sicurezza. Per questo è inevitabile che la previsione di un divieto di pubblicità per il settore sia un danno irreversibile e ci si aspetta che le istituzioni rispettino la libertà delle persone che esercitano il diritto all’intrattenimento in modo sicuro e responsabile.

Particolarmente, l’associazione spagnola richiede che le decisioni che si prenderanno sul settore vengano assunte e basate su fatti, cifre e non solo su troppo facili stereotipi che offrono un’immagine assolutamente distorta ed irreale del settore ludico e fanno arrivare all’opinione pubblica un allarme sociale non necessario nel modo più assoluto. Tutto il settore, per questo motivo, si ritiene a disposizione delle Autorità, dei partiti politici e dei rappresentanti sociali per chiarire e spiegare il settore dei giochi spagnolo e per esemplificare ciò che lo stesso rappresenta offrendo al sociale un’offerta di intrattenimento più che controllata, più che legale e più che legittima. E di questo le Autorità preposte a questo eventuale divieto proibizionistico dovranno pure tenere conto.

Pubblicato il: 8 novembre 2018 alle 15:02 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
20€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita