Esercenti e tecnologia: Baluardi per la prevenzione

combattere gioco patologico

Il mondo del gioco ed i suoi operatori si stanno “mettendo in gioco” in prima persona perché vogliono dimostrare all’opinione pubblica, e quindi anche ai detrattori del settore che sono ancora parecchi, quanto si possa e si debba fare per aiutare le istituzioni, particolarmente quelle socio sanitarie, a prevenire i casi di gioco problematico. Si ha la sensazione, nel settore ludico ed in quello dei casino online aams, che si possa fare di più in questo senso, particolarmente con i corsi di formazione per tutti coloro che “propongono gioco” e che sono a contatto diretto con i giocatori. Se un esercente è ben “formato” da un punto di vista personale sarà, indubbiamente, in grado di percepire quando un soggetto comincia ad entrare nelle “spire del gioco problematico” e, quindi, in grado di aiutarlo ad evitare tutto questo.

Il concetto di “far uscire” l’esercente dal ruolo di mero “venditore” di un prodotto, che guarda unicamente al cassetto ed a quanto i giochi possono rendergli, è un percorso che va ulteriormente perseguito, ampliato e messo in pratica in modo che sempre meno persone possano incorrere nel disturbo da gioco d’azzardo, ma che continuino a divertirsi in modo responsabile e consapevole nei posti sicuri. Certo questo sarebbe “quasi l’ottimale” sia per i giocatori influenzabili, sia per lo stesso gioco che, ovviamente, non desidera avere attorno a sé persone “troppo coinvolte nell’ossessione del gioco compulsivo”: ma solo persone che giocano per divertirsi ed intrattenersi. Questo discorso sembra essere stato il fulcro di un convegno organizzato dalla Provincia di Trento sul gioco patologico nel quale, appunto, si sono valutate le strategie sulla prevenzione, la formazione ed anche il controllo delle giocate.

L’incontro è stato anche l’occasione per parlare con le istituzioni della Legge Provinciale che entrerà in vigore tra un paio danni, in modo da portare avanti, naturalmente, la tutela della salute e del territorio, magari però con strumenti diversi e mirati e sembrerebbe che queste argomentazioni abbiano sollecitato una certa attenzione, ma sopratutto, una certa apertura alla discussione. E questo sarebbe un prossimo passo importante perché metterebbe “in comunicazione” le esigenze del territorio con quelle dei giocatori e con quelle delle imprese di gioco e dei suoi operatori. Quello che ne esce è l’importanza dell’esercente nei confronti del disturbo da gioco d’azzardo: in pratica, la presenza di un esercente qualificato, professionalmente ben formato ed informato sulle tematiche del gioco e delle sue derive mette il giocatore, particolarmente quello a rischio, di vedere una sorta di appoggio, di “ancora di salvezza” alla quale rivolgersi nei casi di “estrema debolezza” che si presentano quando il gioco “comincia a diventare compulsivo”.

E vista dall’altra parte: l’esercente professionalmente preparato è in grado di essere un appoggio, un riferimento ed una voce dal quale possono partire suggerimenti e consigli per affrontare particolari momenti di “crisi” da risolvere con senso di responsabilità e consapevolezza. I corsi di formazione che si sono svolti in questi mesi hanno cercato di sensibilizzare gli esercenti sul come riconoscere il giocatore problematico e come fare sia per aiutarlo al momento, sia nel convincerlo a rivolgersi alle strutture sanitarie quando la problematica non si può risolvere solo con un “aiuto da parte dell’esercente”: ma necessita un intervento “più professionale e particolareggiato”. Chi opera nel settore del gioco compulsivo rende noto che il tempo che intercorre tra quando il giocatore si rende conto di avere problemi e quando decide di rivolgersi ad una struttura sanitaria varia, tra i tre ed i cinque anni. É un tempo… immenso e necessita, quindi, che vi sia qualcuno che può “dare una mano” per rendere la consapevolezza “più veloce” per evitare devianze più pericolose e percorsi più dolorosi.

Non bisogna dimenticare l’evolversi della percezione del gioco e del giocatore problematico: sino a qualche anno fa, quando si incontrava un giocatore che impegnava tutto il suo avere nel gioco lo si considerava una persona dissoluta, da non frequentare e da allontanare, ma non certamente un malato. Oggi, invece, si è compreso che esistono persone che sviluppano una sorta di “dipendenza” dal gioco e questo cambia il ruolo di chi lo propone per conto dello Stato: non si può più “girare la testa dall’altra parte” e pensare solo soggettivamente agli interessi personali in qualità di esercenti: le attività ludiche devono essere sostenibili anche per questo e bisogna che abbiano la massima attenzione a questo problema. Un intervento capace di ottenere buoni risultati potrebbe essere quello di affidarsi alla tecnologia: collegare le “macchinette” al database nazionale per conoscere chi è in cura per la dipendenza da gioco, o di qualsiasi dipendenza, visto che è stata dimostrata la co-mobilità tra alcool, droga e gioco problematico e si potrebbe vincolare l’utilizzo degli apparecchi all’uso della tessera sanitaria, elaborando per le slot un database “particolare” di auto-esclusione come quello che è stato creato per il gioco online.

Pubblicato il: 25 giugno 2018 alle 14:57 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
starcasinò
StarCasinò
25€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita