Cremona: Si ripresenta l’effetto espulsivo del Gioco

espulsione gioco cremona

Si è parlato tanto negli ultimi mesi della provincia di Bolzano e della Regione Piemonte relativamente all’espulsione del gioco da quei territori: si è narrato, anche, di quanto hanno fatto e stanno facendo le associazioni di categoria per difendere le esigenze delle imprese legali AAMS di gioco e dei suoi operatori e di quanto le istituzioni “del posto” non abbiano sentito ragione alcuna ed abbiano, in ogni caso, perseguito nei propri percorsi proibizionistici, mettendo in ginocchio tante attività che non sanno più dove andranno a finire e, sopratutto, che fine faranno i propri investimenti messi in campo negli ultimi anni.

Non c’è dubbio che “quelle zone” facciano in ogni caso “testo” e che vengano seguite da altre che, forse magari anche inconsciamente, stanno mettendo in essere distanziometri ed elenchi di luoghi sensibili così “ragionati e pensati” che, in pratica, non si riesce a trovare più alcuna area dove possono essere collocate le attività ludiche in modo regolare. Ed anche dove possano avere la possibilità di mettere in essere la loro concessione legale, rilasciata dallo Stato centrale, ma che non riesce più a dare la possibilità di lavorare ad alcun punto di gioco, rappresentato da tale concessione. E tutto ciò sembra veramente un paradosso, laddove chi ha voluto investire nel gioco e ritenersi una “riserva di Stato” si sta trovando, oggi, con “un pugno di mosche in mano” e senza più danaro da destinare ad alcuna altra attività.

Un bel risultato certamente per coloro che si sono “avventurati” nel mondo del gioco d’azzardo pubblico: per coloro che hanno creduto nella legalità e nello Stato che, si può dire senza avere paura di essere smentiti, in fondo in fondo li ha traditi, lasciandoli da soli ad affrontare le istituzioni decentrate che stanno facendo il “buono ed il cattivo tempo” con i loro Regolamenti e le loro Leggi sul Gioco che imperversano in tutta la Penisola, da nord a sud. Per il gioco sembra non esserci più luogo ove avere pace ed alcun sistema per far “fruttare” le concessioni profumatamente pagate allo Stato centrale che, forse, sta concedendo un po’ troppo agli Enti Locali ed alle Regioni! Altro risultato (il maggior potere degli Enti Locali) che si può far risalire all’intesa della Conferenza Unificata.

Considerazioni fatte per contestare certi tipi di provvedimenti messi in atto: come quello di cui si vuole riferire, per esempio, preso dal Comune di Spino d’Adda (Cremona) che, aumentando la già pingue lista dei cosiddetti luoghi sensibili per i nuovi apparecchi di gioco e per le macchinette slot machines, ha praticamente reso inaccessibile quelle aree per il gioco pubblico, mettendo in pratica l’ormai già diventato famoso “effetto espulsivo” anche per questo territorio. Quindi, la delibera comunale per questo motivo potrebbe risultare viziata: infatti, occorrerà verificare se il provvedimento della Giunta Comunale di Spino d’Adda non risulti viziato appunto dal famigerato “effetto espulsivo”, poiché numerose perizie sono state elaborate da un team di esperti urbanisti su alcuni e diversi Comuni della Regione Lombardia ed hanno potuto evidenziare che, per l’ampiezza del raggio “di interdizione di 500 metri, oppure per la numerosità dei luoghi sensibili individuati” non esistono vie od aree nella quasi totalità dei Comuni della Regione in cui possa essere esercitata alcuna attività ludica. E questo si traduce, in pratica, nel già ricordato effetto espulsivo.

Poiché quel Comune ha deciso di applicare la delibera della Regione Lombardia del 24 gennaio 2014, si è proceduto all’aggiornamento dell’elenco (e, quindi, al suo allargamento ed allungamento) dei luoghi sensibili presenti sul territorio dai quali si dovranno applicare le disposizioni sulle distanze di divieto di installazione delle nuove apparecchiature per il gioco d’azzardo. Quindi, in sostanza, aumento dei nuovi luoghi sensibili che si integreranno con quelli già previsti dalla legge regionale e ritenuti “canonici”: in base all’elenco predisposto dalla Polizia Locale di Spino d’Adda non potranno coesistere attività di gioco con una scuola di ballo, il cimitero, la cascina Carlotta con biblioteca ed area destinata alle feste, tutti i parchi pubblici, il centro sociale di Via Pascoli, gli impianti sportivi, la Casa di Riposo, il cinema teatro Vittoria.

Certamente, considerato questo “ampio ampliamento” dei cosiddetti luoghi sensibili, non si comprende dove si possano installare le nuove attività ludiche e, sopratutto, si riflette sul come mai siano state rilasciate concessioni statali se, poi, gli investitori non possono operare in alcun luogo di quel territorio. L’effetto espulsivo, di conseguenza, ha fatto un’altra vittima: un altro paese-città che non avrà il gioco ed altri imprenditori che posseggono una concessione statale che non potranno usarla. Qualcuno riesce a dare una risposta sul perché nel nostro bel Paese continua ad esserci questo stato di cose? Oppure sta diventando normale che lo Stato centrale metta a disposizione concessioni per le “sue riserve di Stato” e queste non possano farci nulla commercialmente con “questi pezzi di carta”?

Pubblicato il: 28 giugno 2018 alle 13:37 - Autore:

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
starcasinò
StarCasinò
25€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
merkur win casino
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita