Gioco dei Dadi: Informazioni e regole ufficiali

gioco dei dadiIl gioco dei dadi è il gioco d’azzardo più antico al mondo. Ai giorni nostri questo gioco è diffuso in tutti i casinò terrestri mondiali ed in tutti i casino online italiani dotati di regolare licenza AAMS. Conoscere il gioco è fondamentale per poterci giocare al meglio. In questa pagina hai la possibilità di leggere la guida completa al gioco dei dadi e di consocere ogni singolo aspetto di questo divertimento. La nostra guida è assolutamente completa e ti illustra la storia, le varie modalità per giocare e le regole ufficiali. Insomma se volevi consocere il gioco dei dadi, o craps all’americana, questa pagina è davvero adatta a te. Qui sotto hai tutte le informazioni sul gioco dei dadi che stavi cercando.

 

GLI ALTRI GIOCHI DA CASINO

 

Lista dei Casino Online con il gioco dei Dadi

Casino Recensione Mobile Visita
888casino
888Casino
88€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
casino.com
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
titanbet casino
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
starcasinò
StarCasinò
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
eurobet casino
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
disponibile su mobile
betflag casino
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000.000
disponibile su mobile
netbet casino
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
voglia di vincere casino
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
32red casino
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita

 

La storia del gioco dei Dadi

Lo storico latino Svetonio racconta che Cesare, la notte del 10 gennaio del49 a.C., varcando il fiume Rubicone avrebbe pronunciato la fatidica frase: “Alea iacta est!”, ovvero “Il dado è tratto”. Il fiume rappresentava un confine invalicabile tra l’Italia e la Gallia Cisalpina e il generale romano lo attraversò guidando il suo esercito senza il consenso di Pompeo e del senato dando inizio alla seconda guerra civile.

Cesare si rivolse, dunque, ai soldati per comunicare una decisione irrevocabile con una metafora che il suo esercito comprese chiaramente. Il gioco era ben conosciuto ai soldati romani così come la sua allusione al capriccio ludico del fato.

Infatti, durante l’epoca romana questo gioco era molto diffuso tra il popolo e tra gli aristocratici, faceva parte del rituale della celebrazione dei Saturnalia, attesi giochi pubblici e numerose leggi regolavano le scommesse in denaro. Venivano allestite anche delle case destinate al gioco, dovevano somigliare ai nostri casinò, dove si esibivano giocatori professionisti che talvolta ricorrevano anche a dadi truccati.

L’imperatore Nerone, personaggio abituato agli eccessi, giocò a dadi investendo immense fortune, mentre l’imperatore Claudio era uno scommettitore così attento e appassionato che si dedicò addirittura alla compilazione di un manuale per giocatori purtroppo andato perduto. L’ampia diffusione del gioco non solo presso i popoli latini è testimoniata da Tacito. Egli narra che i Germani erano degli accaniti scommettitori e, persa ogni fortuna, erano disposti a mettere in gioco anche la loro libertà personale.

In realtà il gioco dei dadi ha origini ben più antiche e molti storici dell’antichità si sono interrogati sulle sue radici.

Secondo Sofocle, si iniziò a giocare durante la guerra di Troia. I guerrieri durante il riposo si dilettavano nel lancio dei dadi che con gli scacchi furono inventati in quel periodo da Palamede.

Nell’Iliade non viene menzionato l’episodio, tuttavia un’antica anfora risalente 540-530 a.C. e ritrovata in una tomba etrusca, è decorata con una rappresentazione di Achille e Aiace impegnati in una partita a dadi.

I due eroi hanno gettato i dadi e gridano forte il numero eletto dalla sorte come si evince dalle vignette corrispondenti alle figure. I due personaggi che trasudano virilità e forza guerriera si concedono una pausa di svago senza rinunciare alle prerogative del loro ruolo.

Le scoperte archeologiche hanno fornito delle testimonianze sicure per ricostruire la storia di questo gioco. Le tracce più antiche guidano in Oriente. Per il periodo più arcaico, il gioco dei dadi si confonde con gli astragali o con il gioco degli “ossi”.

In molte tombe etrusche sono stati rinvenuti dei pezzi di ossa del tarso del bestiame che, come se fossero dei dadi, venivano lanciati come passatempo oppure per predire la sorte. Questi oggetti avevano solo quattro facce a cui venivano attribuiti valori diversi. Durante una partita si utilizzavano anche più astragali contemporaneamente.

Dalle testimonianze letterarie e artistiche apprendiamo però che i tetraedro fu presto abbandonato perché aveva solo quattro facce e non rotolava bene, mentre ottaedro e cubo conquistarono le preferenze dei giocatori. Il dodecaedro non fu apprezzato dai giocatori perché rotolava come le sfere, mentre maghi e fattucchiere lo utilizzavano nelle arti divinatorie.

I dadi venivano scossi nel bossolo e poi lanciati: i grammatici citano ben sessantaquattro combinazioni. Quando tre dadi davano sei punti ciascuno veniva chiamato “getto di Afrodite” ed era l’esito più fortunato; la combinazione più sfortunata dava tre punti in totale e veniva chiamato “getto del cane” perché “canis” era il nome della faccia con un punto.

Nel Medioevo la forma dei dadi è ancora quella antica, vengono realizzati in osso, in avorio o in cristallo. I ricchi signori giocano con dadi decorati con miniature e intarsi preziosi. Popolani e cavalieri sfidano la sorte con vari giochi. Particolarmente celebre è quello della “zara” ricordato da Dante nel canto VI del Purgatorio.

Le dame iniziarono a giocare a dadi, si formarono delle accademie dette “scholae deciorum” e i fabbricanti parigini di dadi si riunirono in corporazioni.

Per tutta l’età moderna il gioco dei dadi ha continuato ad essere un divertente passatempo a cui nobili, colti, popolani e soldati dedicavano i momenti di ozio. Anche in questo periodo non sono mancati appassionati giocatori che ne hanno indagato il valore scientifico.

Nel Cinquecento, il matematico Girolamo Cardano, accanito giocatore d’azzardo racconta di aver insegnato il gioco dei dadi ai suoi figli e così la sua casa era diventata un punto di ritrovo di molti giocatori che egli sfidava con abilità. Il problema delle combinazioni e la statistica dei risultati divenne un cruccio per molti intellettuali e neppure Galileo Galilei si astenne da una riflessione sull’argomento.

Quando il gioco dei dadi fu esportato in America assunse il nome “craps” e il francese Bernard Xavier Philippe de Marigny de Mandeville, che intanto si era trasferito in Luisiana, si prese la briga di scrivere un regolamento.

Così inizia la fortuna di questo passatempo negli Stati Uniti dove ancora oggi è uno dei giochi d’azzardo più amati. Infatti in tutti i casinò americani non manca un tavolo per i giocatori mentre in Europa, dove ha conosciuto una fortuna alterna, rappresenta di nuovo un trend in crescita. Il redivivo successo è legato all’offerta di casinò online che permettono di giocare a dadi scommettendo denaro oppure in modalità free.


Le regole del gioco dei Dadi

Le testimonianze figurative ci trasmettono un’idea del gioco dei dadi inteso come gioco da tavola. Oggi questo divertimento è praticato largamente nei casinò e richiede abilità e fortuna ma sono soprattutto i casinò online, che raccolgono scommettitori provenienti da ogni parte del mondo, ad allettare i più ambiziosi.

Con i dati si possono fare svariati giochi, uno dei più popolari si chiama craps. Il gioco del craps è il più celebre gioco d’azzardo giocato con i dadi e per lungo tempo è stato vietato nei casinò. Si tratta di un gioco che richiede un grande intuito e molta astuzia. Tra i giochi d’azzardo è uno dei più complicati. Il craps è stato ideato in Gran Bretagna ed, oggi, è molto diffuso anche nei casinò online.

Per decretare l’inizio del gioco, i contendenti lanciano i dadi finché uno non si ritrova un numero dispari e l’altro un numero pari. A chi ha ottenuto un numero pari spetta l’onore di iniziare la partita e interpreta il ruolo del banco.

La partita a craps inizia lanciando due dadi. Il banchiere punta un numero che deve essere superiore a 5 e inferiore a 9 e lo dichiara. Se al primo lancio di dati esce il numero dichiarato dal banchiere la partita è vinta dal banco che raccoglie tutta la posta in gioco. Se dal lancio dei dati esce un craps la partita è persa.

Cosa si intende con craps?

I craps sono dei numeri che variano a seconda di quanto dichiara il banco. Se il banchiere dichiara 5 o 9 i punti craps sono 2, 3, 11, 12; se il numero del banco è 6 o 8, i punti craps sono 2, 3 e 11. Se dal lancio dei dadi risulta un numero diverso, essi vengono rilanciati sino a quando non si ripete lo stesso numero. I craps valgono sono per la prima giocata e le regole della partita possono variare. Il 7 è un numero neutro, non legato a nessun craps.

Se il risultato del lancio non è né il punto dichiarato né un craps, la partita passa nelle mani dell’avversario, da questo momento i craps non hanno più nessun valore e i giocatori mirano ad ottenere, nel lancio dei dati, il numero dichiarato dal banco. La partita continua fino a quando un giocatore non centra questo obiettivo.

Il craps è solo uno dei giochi che si possono fare lanciando i dati; la tradizione ne trasmette molti altri:

  • Partita semplice – La partita coinvolge due giocatori e si disputa con due dati. Ognuno stabilisce una posta. Il primo giocatore dichiara un numero e lancia i dadi, se il numero uscito corrisponde a quello dichiarato la partita è vinta e guadagna una parte della posta in gioco. Se si verifica una divergenza tra il numero dichiarato e quello risultato dal lancio dei dati la partita è persa e il gioco continua seguendo l’alternanza tra i due avversari.

  • Moltiplicazione – Questo schema di gioco prevede l’uso di tre dati. Dopo il primo lancio si lascia sul tavolo il dado che riflette il punteggio più alto mentre gli altri due dati restano in movimento. Via via si contano i punti ottenuti mantenendo un dado fisso sul tavolo.

  • Pari e dispari – Il gioco dei dadi si trasforma in un gioco di squadra: il tavolo viene diviso in due parti (pari e dispari) e i giocatori scelgono di puntare sull’una o sull’altra serie. Il banco raccoglie le scommesse e lancia tre dati. A seconda del risultato del lancio proclama vincitori i sostenitori della serie pari oppure dispari. Due numeri, 4 e 17, rappresentano il vantaggio del banco: se il risultato è uno di questi due numeri, il premio resta al banco.

  • Speranza – Si tratta di un gioco di dadi che coinvolge un ampio numero di giocatori. A sorte viene eletto un giocatore che funge da banchiere e ognuno degli altri giocatori punta in gioco uno o più gettoni. Se il numero del banco è 1 egli deve dare un gettone al vicino che siede a sinistra, se ha 6 e un gettone vince il banco. Gli altri numeri non hanno efficacia nella partita. Chi resta senza gettoni viene escluso dalla partita fino a quando non riceve un gettone dal compagno che siede alla sua sinistra. Tutta la posta in gioco spetta al giocatore a cui restano gettoni dopo che tutti gli avversari ne sono rimasti sguarniti.

  • Passa 10 – Si gioca con due dadi. Ogni partecipante dichiara la propria posta in gioco. Il banchiere, scelto a sorte, lancia i dadi. Se il risultato del lancio è superiore a 10 raccoglie tutte le scommesse e vince; se il risultato è un numero inferiore o pari a 10 paga il doppio delle poste e nel ruolo di banco subentra il vicino. La sproporzione di combinazioni impedisce a ciascun giocatore di conservare a lungo il ruolo di banco così le partite sono molto dinamiche e vi è una frequente rotazione di ruoli.

Esistono dati che non hanno le facce decorate da un numero ma con una figura del gioco del poker. Si tratta di un set di cinque dadi che hanno sulle facce il 9, il 10, il fante, la regina, il re e l’asso.

Il gioco coinvolge due giocatori che lanciano a turno i dadi per ottenere delle combinazioni vincenti: o 5 facce dello stesso valore, 4 dello stesso valore, full (3 carte di un valore e 2 di un altro), scala massima, scala minima, tris (3 carte dello stesso valore), due coppie, una coppia. Naturalmente vince chi ottiene il risultato massimo. In questo gioco si considerano valide le regole del poker.


Le strategie migliori per giocare a Dadi

Il gioco dei dadi, come ogni altra attività, è disciplinata da regole. Il rispetto di queste norme permette di godere del rispetto degli avversari e di apprezzare al meglio il piacere che deriva dal gioco.

Infatti, sia che ti piaccia sfidare i tuoi avversari su un tavolo del casinò, sia che tu sia un appassionato delle puntate nei casinò online, conoscere bene tutte le istruzioni del gioco è una condizione essenziale per prevedere le mosse dell’avversario e sfruttare al meglio tutte le proprie potenzialità.

I giocatori più appassionati amano il craps: un gioco d’azzardo particolarmente complesso che mette a dura prova la capacità di calcolo e di previsione delle proprie mosse e di quelle dell’avversario.

Le regole del craps sono le stesse per i casinò tradizionali e per i casinò online e una volta memorizzate riuscirai a trasformarti in un giocatore provetto.

Tra i differenti giochi di carte appena descritti, ti proponiamo una breve guida per giocare a craps.

Esistono molte varianti di questo gioco molto amato dagli appassionati di scommesse d’azzardo, qui di seguito puoi trovare le regole imprescindibili per tutti colori che vogliono accostarsi a questo celebre gioco.

Ogni partita di craps inizia con un lancio d’apertura che si chiama “Come out”. Questo nome spetta al primo lancio di ogni giro e non di ogni nuovo tiratore. A questo lancio corrispondono due combinazioni vincenti e tre perdenti.

L’esito vincente si chiama “Natural” e prevede l’uscita di 7 o 11. Così si conclude il giro e il tiratore mantiene i dati nelle sue mani. Se l’esito del lancio equivale a 2, 3 o 12 si parla di Craps e il tiratore deve cedere i dati ad un altro giocatore.

Le altre combinazioni numeriche, più difficili da prevedere costituiscono la parte più interessante del gioco. Gli esiti differenti dal craps e dal numero fisso puntato dal banco all’inizio della partita richiedono un certo intuito da parte del giocatore che deve indirizzare le mosse del gioco.

Se desideri capire per bene come funziona questo gioco così apparentemente complesso l’unica possibilità è provare. Il casinò online legale è decisamente più facile da raggiungere e basta un mouse per muovere i dadi. Se non sei un giocatore esperto allenati nelle partite free e anche dopo aver compreso perfettamente le regole del gioco non puntare mai quantità di denaro che non puoi permetterti di perderti.

Come per i casinò tradizionali, anche nella realtà virtuale dei casinò online, la regola vincente è sempre dettata dal buonsenso.


Il gioco dei Dadi nei Casino Online

L’avvento della tecnologia informativa e un uso sempre più diffuso di internet hanno portato alla creazione di un mondo parallelo. Tante operazione della quotidianità che eravamo abituati a svolgere di persona ora possiamo realizzarle attraverso un’app con facilità ed efficienza. La realtà digitale ha reso più interessante soprattutto il divertimento proponendo moltissime altre risorse per rendere più ricco e variegato il tempo dedicato all’ozio.

I casinò online non hanno scalfito il fascino del tavolo verde dei casino reali tuttavia hanno aperto questa realtà fatata anche ai giocatori che, per motivi geografici, economici o sociali, non potrebbero mai varcare la soglia dei favolosi casinò ritratti nei film.

Per frequentare un casinò online non serve indossare uno smocking o uno strepitoso abito da sera, nascosti dietro un pc si possono fare puntate e scommesse con un piccolo gesto del mouse.

I casinò online propongono molti dei giochi che si possono dare dal vivo e ai dadi spetta un ruolo d’eccezione. Il gioco dei dadi ha vissuto una stagione d’oro grazie all’offerta dei casinò online. In pochi hanno mai lanciato dei dadi dal vero, in tanti sono stati tentati da una partita a craps.

Per giocare a dadi in un casinò online bisogna conoscere i vari tipi di scommessa e il giocatore deve utilizzare le proprie fiche per indicare su quale scommessa puntare. Ai giocatori principianti conviene sempre scegliere Pass Line Bet. Una volta che tutte le scommesse vengono raccolte, il lanciatore lancia i dati per avviare la partita. Se hai puntato su “Pass Line Bet” deve sperare che esca 7 o 11 per vincere subito. Con 2, 3 e 12 viene persa la partita. Un altro numero costituisce il fisso.

La “Pass Line Bet” non è l’unica scommessa disponibile nei casinò online, ma nel gioco del craps ci sono molte tante puntate che non vale la pena scegliere. Infatti, ci sono moltissimi giocatori che puntano sempre su questo tipo di scommessa anche dopo aver maturato una lunga esperienza nella realtà virtuale.

La scommessa “Come Bet” si può piazzare solo dopo una “Pass Line” ed è stato definito il Punto Fisso. Esistono due altri tipi di formule che rappresentano la scommessa contraria nel craps. Con le puntate “Don’t Pass Line Bet” e la “Don’t Come Bet” si vince se l’esito del lancio dei dadi risulta essere 2 o 3. Se dal lancio dei dadi risulta il numero 12, si registra un pareggio tra casinò e giocatori.

Queste due tipologie di scommessa sono difficilmente puntabili nei casinò online poiché si possono sperimentare differenti proposte senza subire pressioni e le modalità free rappresentano un utile espediente per maturare esperienza. Se il gioco nel casinò online rende più avvincente la partita perché concorrono giocatori da tutto il mondo ampliando a dismisura gli orizzonti delle proprie partite vi sono anche degli svantaggi.

Il gioco nel casinò online ha, infatti, dei ritmi molto rapidi, basta in tocco del mouse per perdere tutta la posta in gioco oppure guadagnare un ricco bottino.


Il gioco dei Dadi ed il mobile

Molto spesso, nella vita di tutti i giorni capitano dei momenti in cui si desidera un piccolo momento di relax oppure si vuole avere un passatempo. Mentre si aspetta il proprio turno in sala d’attesa o durante gli spostamenti sui mezzi pubblici si ricorre spesso al proprio smartphone per ammazzare il tempo.

Anche per gli appassionati di giochi d’azzardo su smartphone o tablet, il craps riveste sempre un fascino particolare. Una partita di craps è un ottimo espediente per rendere più divertenti questi momenti di noia. Esistono molte app da scaricare sul proprio dispositivo mobile oppure si può ricorrere alla versione mobile dei principali casinò online.

Le regole del gioco restano invariate, sono le stesse del gioco davanti al pc. Scegli la modalità free se cerchi soltanto un gradevole passatempo, le scommesse in denaro richiedono attenzione e buonsenso.